Il Concetto Maitland di terapia manuale è una forma di fisioterapia esercitata da fisioterapisti specificatamente formati e altamente qualificati. È una terapia dall’approccio preciso, che comprende un esame dettagliato, la diagnosi ed il trattamento di una gran quantità di situazioni che provocano dolore e problemi di movimento. E’ basato su una specifica procedura decisionale che prevede scelte terapeutiche precise partendo da un puntuale esame analitico ed una specifica valutazione del paziente, propedeutica alle scelte di trattamento. Il concetto Maitland quindi si basa su una valutazione dettagliata dei disturbi neuro-muscolo-scheletrici funzionali dell’apparato locomotore e del sistema nervoso. Il processo della valutazione continua permette all’operatore di avere sempre il controllo sul risultato delle tecniche applicate. Oltre alle articolazioni ed alle fasce muscolari il concetto Maitland dà importanza a tutti gli aspetti che riguardano la funzionalità del sistema nervoso periferico e centrale. Queste considerazioni, basate sulle più attuali conoscenze neurobiologiche e neurodinamiche, inserite in un modello bio-psicosociale, rendono questa metodica uno dei concetti attualmente più all’avanguardia.
Come e quando e’ applicabile il concetto Maitland?
La Terapia Manuale secondo il Concetto Maitland e’ efficace nel trattamento di:
· dolori di schiena e problemi discali
· dolore al collo e problemi della regione cervicale
· artrosi – dolore e rigidità per esempio alle anche, alle ginocchia, e alla schiena
· dolori del viso, cefalea, dolore della mascella
· irritazione del nervo che causa, ad esempio, insensibilità o formicolio nelle dita o sciatica
· dolore al ginocchio dovuto, ad esempio, a problemi di menisco o di legamento
· problemi al gomito, come gomito del tennista o del golfista
· problemi nel polso e nella mano, come fratture, sindrome del tunnel carpale, distrazioni e distorsioni
· problemi di caviglia e di piede, come lesioni di tendini e legamenti
E’ inoltre efficaace anche dopo chirurgia o traumi sportivi; nelle problematiche legate all’ambiente di lavoro e per ogni tipo di sport. Si possono considerare indicazioni alla Terapia Manuale i seguenti disturbi:
· disturbi vertebrali acuti e cronici, comprese le sindromi radicolari
· disfunzioni cranio-facciali (problemi articolazione temporo-mandibolare, cefalea)
· patologie articolari degenerative delle articolazioni periferiche
· interessamento dei tessuti molli delle articolazioni periferiche (gomito del tennista, cuffia dei rotatori, tendine d’Achille)
· problematiche dei nervi periferici (sindrome tunnel carpale, sindrome tunnel tarsale, neuroma di Morton)
· stati post-chirurgici a seguito di protesi articolari, osteotomie, osteosintesi, suture legamenti, chirurgia della colonna vertebrale