Contratture

CONTRATTURE: l’aumento involontario e permanente del tono muscolare (che può durare al massimo 3-7 giorni) durante o a seguito dell’attività sportiva; è la lesione muscolare più semplice.
I sintomi sono rappresentati dalla sensazione che il muscolo si opponga all’allungamento rimanendo contratto; il dolore è anche evocato alla palpazione che permette a sua volta, di notare l’ipertonia delle fibre muscolari.

Stiramento Muscolare

È una lesione che provoca un’alterazione del tono del muscolo. È un tipo di lesione facilmente riscontrabile in ambito sportivo ed è provocato da un allungamento eccessivo delle fibre del muscolo.
Sono diverse le cause che possono dare luogo a uno stiramento muscolare; fra queste ricordiamo: riscaldamento non ottimale, livello di preparazione fisica non adeguato allo sforzo da compiere, problemi posturali,movimenti bruschi, recupero atletico insufficiente, affrettati tempi di recupero dopo un infortunio, condizioni ambientali e climatiche non idonee, microtraumi ripetuti.

Strappo Muscolare

È una grave lesione in cui si ha una percentuale significativa di rottura delle fibre del muscolo. Lo strappo muscolare è generalmente dovuto a un’eccessiva sollecitazione muscolare (scatti improvvisi, contrazioni repentine ecc.); lo strappo è un tipo di lesione molto frequente in ambito sportivo. Il primo sintomo avvertito da un soggetto colpito da strappo muscolare è un acuto dolore a livello della zona colpita. Se la lesione è particolarmente seria, l’infortunato può addirittura trovarsi nell’impossibilità di muovere la parte colpita. Tanto più lo strappo muscolare è grave, tanto più sarà evidente l’ematoma. Nella stragrande maggioranza dei casi, gli strappi muscolari sono accompagnati da edema e da gonfiore. Se la rottura del muscolo è completa, i capi del muscolo lesionato si retraggono e alla palpazione è chiaramente avvertibile un avvallamento preceduto da una bozza muscolare.